Blog: http://rebis.ilcannocchiale.it

RAGNA UBRIACA

Volevo andare a prendere il sole, non proprio in una spiaggia. Sotto una roccia, un posto umido vicino ad un fiume, ci andavo spesso.Ma quel giogno era pieno di ragnatele. Alcune piccole ed anche i ragni che le avevano fatte erano piccoli, alcuni già morti, altri li uccidevo io perchè mi si attaccavano alle gambe con tutte le loro ragnatele e mi facevano un po' schifo. Quel giorno dovevo andare con un mio amico. Ma una grossa ragna aveva fatto una ragnatela talmente grande e spessa che non faceva passare il sole. Questa ragna aveva un diametro di circa 15 centimetri, e il corpo grosso rosso e nero. Io con un dito avevo provato a tirar via questa ragnatela. Avevo già deciso di cambiar luogo, ma quella ragnatela era la mia e volevo riprendermela. Ma come ho provato a raccoglierla, con un dito, lei mi ha detto "Ma che fai?! Non ci provare nemmeno!Questo luogo e mio! La ragnatela è mia!" Io ero spaventata perchè non sapevo se era velenosa così ho lasciato là la ragnatela e me ne sono andata. C'era un cancello per uscire, un cancello verde, sebbene fossimo completamente immersi nella natura e non si vedessero nemmeno case. Al cancello c'era una mia amica. Le ho raccontato della ragna e lei mi ha detto "Ma si!Quella è un'alcolizzata rompicoglioni!La prossima volta vai là con una bottiglia di crema al whisky e vedrai che non ti dirà niente!" Comunque io me ne sono andata e dicevo al mio amico che secondo me ai ragni conveniva che ci fossere delle persone vicino le loro ragnatele perchè avrebbero attirato più mosche.
Poi sono arrivata a casa, che non era proprio la mia casa, e tutto era buio e scuro. C'era una ragazzina là che si lamentava perchè prendeva i miei dizionari ed erano pieni di ragnatele. Io mi chiedevo perchè cazzo doveva lamentarsi che non erano cose sue e le facevo solo un favore prestandogliele.Non le ho dato molta attenzione. Però mio padre mi ha fatto notare che la ragna rossa e nera, che nel frattempo si era rimpicciolita e non parlava più, aveva fatto la sua ragnatela in un posto nascosto. Io ero impressionata dalla velocità che aveva avuto nel rifare la ragnatela. Mio padre mi diceva che l'aveva fatta male perchè là non sarebbero passate mosche. Io gli ho detto che non poteva pretendere di saper fare una ragnatela meglio di un ragno.


Ecco, è arrivato anche il momento di parlar coi ragni.
Ma secondo voi parlo con gli animali perchè li ritengo migliori delle persone?
O sogno di parlare con gli animali perchè reputo tali le persone che mi stanno attorno?

Pubblicato il 18/5/2007 alle 9.42 nella rubrica Sogni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web