Blog: http://rebis.ilcannocchiale.it

LA PAROLA E IL POTERE

" Regere fines, l'atto che consiste nel <tracciare con linee dritte i confini>, nel separare <l'interno dall'esterno, il regno del sacro dal regno del profano, il territorio nazionale dal territorio straniero>, è un atto religioso compiuto dal personaggio investito della più alta autorità, il rex, responsabile di regere sacra, di fissare le regole che danno vita a ciò che esse dettano, di parlare con autorità, di pre-dire, nel senso di chiamare in vita, con un dire esecutorio, ciò che si dice, di far avverare il futuro che si enuncia. La regio e i suoi confini (fines) sono solo la traccia morta dell'atto di autorità che consiste nel circoscrivere il paese, il territorio (che si dice anche fines), nell'imporre la definizione (altro significato di finis) legittima, conosciuta e riconosciuta, dei confini e del territorio, insomma il principio di di-visione legittima del mondo sociale. Questo atto di diritto, che consiste nell'affermare con autorità una verità che ha forza di legge, è un atto di conoscenza che, fondato come tutti i poteri simbolici sul riconoscimento, dà vita a ciò che enuncia (…). Anche se egli non fa altro che dire con autorità ciò che è, e anche se si contenta di enunciare l'essere, l'auctor produce un cambiamento nell'essere: per il fatto di dire le cose con autorità, cioè di fronte a tutti, pubblicamente e ufficialmente, egli le sottrae all'arbitrario, le sanziona, le santifica, le consacra, facendole esistere come degne di esistere, come conformi alla natura delle cose, come <naturali>.[…] la <realtà>, in questo caso, è sociale da ogni lato e le classificazioni più naturali si appoggiano a tratti che non hanno nulla di naturale e che sono, in gran parte, frutto di una imposizione arbitraria, cioè di uno stato precedente del rapporto di forza nel campo delle lotte per la delimitazione legittima."
     PIERRE BOURDIEU "La parola e il potere. L'economia degli scambi linguistici" p.111-112 ed.Guida1988

Pubblicato il 15/4/2007 alle 16.7 nella rubrica Citazioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web